Per chiedere informazioni all'autore del blog, scrivete all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

martedì 14 febbraio 2012

Risposta a una psicologa

Riporto alcuni passaggi di una lettera che tempo fa ho scritto a una ragazza laureata in psicologia, la quale era attratta dalla vita religiosa.
Carissima in Cristo,
                               mi è piaciuta molto la tua lettera. Ti confesso che le storie vocazionali che preferisco sono quelle di persone “convertite”, poiché rifulge maggiormente la misericordia di Dio. Ah, se fossi morta quando eri in peccato, adesso dove staresti? Ma Dio come il padre della parabola del figliol prodigo, ti ha aspettato e ti ha riaccolto a braccia aperte. Veramente Dio è amore!
Sono contento di sapere che hai compreso che il vero scopo della vita è di conoscere, amare e servire Dio su questa terra per poi poterlo amare eternamente nell'aldilà. Il mondo invece è un ingannatore che vuole farci credere che lo scopo della vita è di ammassare ricchezze, divertirci in maniera sfrenata e godere gli squallidi piaceri dei sensi come bestie.
Mi rallegro nell'apprendere che hai l'idea di rinunciare a una promettente carriera lavorativa pur di donare il resto della tua vita a Gesù buono. Ovviamente ti incoraggio a continuare il percorso di discernimento vocazionale che hai intrapreso per poter verificare se ciò che senti nel cuore è solo un pio desiderio o una vera e propria vocazione.
Per il momento non confidare più a nessun amico e parente questo tuo desiderio, anche se ti confesso che sono sorpreso di sapere che tua madre non ti ha posto ostacoli. Probabilmente si tratta di una persona dall'intensa vita spirituale.
L'ideale sarebbe trovare un buon direttore spirituale, cioè un sacerdote ben preparato e che ispiri fiducia, al quale affidare la direzione della propria anima. Dalle tue parti c'è Don [...] che è parroco della chiesa di [...]. Lo riconoscerai facilmente per via del fatto che usa sempre l'abito talare e ha una barba come quella che un tempo usavano i missionari.
Se vuoi puoi fare un'esperienza vocazionale di alcuni giorni presso uno dei migliori ordini religiosi femminili attualmente esistente, parlo dell'ordine delle [...]. Nel loro monastero di clausura potrai osservare coi tuoi occhi la gioiosa vita religiosa di “stretta osservanza”. Queste suore sono quasi tutte giovani poiché hanno molte vocazioni. Alle ragazze attratte dalla vita religiosa piacciono molto questi ordini dove la vita monastica viene vissuta con fervore e intensità.
Tra le altre letture spirituali che ti consiglio vi sono pure “Le Glorie di Maria” e “Pratica di amar Gesù Cristo”, entrambi scritti da Sant'Alfonso Maria de Liguori.
Continua a leggere il mio blog, cerco di pubblicare un “articolo” al giorno per aiutare a mantenere acceso il pensiero della vocazione in coloro che si sentono attratti dalla vita religiosa. Spero tanto di esserti stato di qualche utilità. Coraggio, combatti con ardore la buona battaglia, e non dimenticarti mai quel che diceva San Francesco: “Tanto è quel che mi aspetto che ogni pena mi è diletto”.
Prego la Regina del Cielo di darti la forza di restare fedele a Gesù buono fino alla morte. Così sia.
Cordialiter